Produzione e distribuzione spettacoli teatrali

I marrunati di Giufà

Con COSIMO COLTRARO Laura Giordani, Gianluca Barbagallo e Agata Castorina.

Attore Siciliano fra i più popolari e poliedrici, Cosimo Coltraro porta a teatro una delicatissima favola, tratta dai racconti e dal repertorio popolare sulla figura di Giufà: I marrunati di Giufà.

Nato dalla fantasia popolare, questo personaggio incarna quasi sempre nelle sue storie l’immagine dello sciocco, dell’ingenuo e dello sbadato.

Nella tradizione siciliana, Giufà (o Giuchà o Jochà o G’ha) ci fa sorridere, con le sue incredibili storie di sfortuna, sciocchezza e saggezza, ma ha anche il gran merito di farci conoscere meglio la cultura dominante in Sicilia tra fine Ottocento e inizi Novecento.

Nella letteratura scritta egli compare, in modo compiuto, nell’opera dell’etnologo Giuseppe Pitrè (1841-1916), celebre studioso di tradizioni popolari e di folclore siciliano che ne raccolse e riprese le storie popolari diffuse in varie parti della Sicilia.

Giufà è un personaggio assolutamente privo di ogni malizia e furberia, credulone, facile preda di malandrini e truffatori di ogni genere. Nelle sue avventure egli si caccia spesso nei guai, ma riesce quasi sempre a uscirne illeso, spesso involontariamente.

Immaginando un viaggio che Giufà intraprende per vendere una stola e portare a casa i soldi che gli consentiranno di avere di che vivere, in questo lavoro Cosimo Coltraro racconta alcune delle più note novelle del Pitrè come Giufà e la statua, Giufà e la luna, Giufà e la porta, Giufà e il giusto.

La parte di Giufà è interpretata da Cosimo Coltraro, attore del Teatro Stabile di Catania che per questo ruolo ha conseguito il premio “ Una Vita per il Teatro”, coadiuvato da altri artisti polivalenti tra attori e cantanti. Nei ruoli della madre e del Cantastorie ci saranno Laura Giordani e Gianluca Barbagallo, entrambi attori professionisti diplomati presso la scuola Umberto Spadaro, Teatro Stabile Catania. Nel cast presente anche Agata Castorina, straordinaria cantante catanese.

Lo spettacolo ha una durata di circa un’ora e un quarto, durante la quale gli artisti attraverso il canto, il ballo e la recitazione interagiranno con gli spettatori, al fine di stimolare la loro immaginazione e contemporaneamente accrescere in loro la curiosità artistica, sviluppando un nuovo e originale canale comunicativo.  

ANCORA OGGI GIUFÀ SUSCITA LO STUPORE DEI PICCOLI E L’IMMUTATA SIMPATIA DEI GRANDI PER LE SUE AZIONI STUPIDE E DISASTROSE, CHE PIEGANO LA SERIOSA REALTÀ AI RIPETUTI FALLIMENTI DELL’EROE.

Condividi con i tuoi amici...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Cerca nel Sito

Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
In evidenza
Spettacoli
Spettacoli in Distribuzione
Spettacoli in Produzione
Teatro comico
Teatro Ragazzi