Menu

ecoturismo - escursionismo - ruralità - eventi culturali

Dal bosco al pascolo

Descrizione dell’itinerario

Durata prevista: 1 ora circa, fermate nei punti di interesse e di sosta escluse.

Lunghezza: 2.04 Km

Altitudine minima: 466 m

Altitudine massima: 602 m

Attraversando il bosco questo itinerario sale verso le prime alture dove tutt’oggi vengono condotte le mandrie (mannere) che dalle stalle salgono fino ai pascoli di erbe spontanee dove trovano una importante e ricca fonte di nutrimento, fondamentale per la crescita del bestiame.

Il tragitto si snoda all’interno di un bosco di querce (Quercus suber) che presenta alcuni esemplari di notevole bellezza per la caratteristica conformazione del fusto alto ricoperto di sughero che arriva fino ai rami che lasciano filtrare la luce sul sottobosco, dove si scoprono le specie vegetali tipiche della macchia mediterranea come la ginestra, il biancospino, la rosa canina, il pungitopo, le piccole erbe aromatiche selvatiche della menta e dell’origano raccolti dai pastori ancora oggi.

Veduta dal bosco

Livello di difficoltà: basso

L’itinerario non presenta difficoltà, fatta eccezione per due salite mediamente ripide ma brevi. E’ indicato per tutti gli amanti delle passeggiate all’aperto, completamente immersi nei profumi e nei suoni del bosco.

Torrente durante l'itinerario

Punti di interesse

507 metri slm: panorama sui pascoli erbosi;

516 metri slm: viste panoramiche sui paesi di Pettineo e Motta d’Affermo;

521 metri slm: un accesso alle piccole cascate del corso d’acqua sulla sinistra;

537 metri slm: parete di roccia arenaria;

555 metri slm: apertura sui pascoli e arrivo all’antica “Vaccaria” dove è possibile una sosta all’abbeveratoio o alla casa dei pastori; di particolare fascino la vista sulle Coste di San Calogero e, proseguendo sulla sinistra, si può ammirare il lago e il panorama con vista sul mare;

570 metri slm: osservazione delle querce solitarie;

552 metri slm: secondo abbeveratoio e punto panoramico;

601 metri slm: panorama dei boschi sul versante di San Mauro Castelverde a sinistra e del mare a destra; arrivo al confine e conclusione del percorso.

Abbeveratoio nel bosco

Punti di sosta

L’itinerario prevede un’unico punto di sosta nel’area dell’antica “Vaccaria“, un ampio spazio dove il visitatore avrà la possibilità di scegliere se fermarsi nelle vicinanze dell’abbeveratoio, della casa dei pastori o sulle rive del lago.

Un consiglio: sedetevi su uno dei prati che si aprono tra gli alberi e chiudete gli occhi in assoluto silenzio: ascoltate i suoni, respirate i profumi, lasciate che il bosco vi parli.

Lago nel bosco

Abbigliamento consigliato

Visitate  la pagina del nostro sito dedicata all’Escursionismo per prendere visione dei suggerimenti sull’abbigliamento consigliato.

Sughero

Pacchetti disponibili

La fruizione degli itinerari prevede, su richiesta degli interessati che desiderano trascorrere più giornate all’interno dell’area, l’opportunità di alloggiare in strutture limitrofe, o consumare pasti con prodotti locali.

Le strutture sono dotate di tutti i comfort necessari a garantire un ottimo livello di ospitalità e accoglienza.

Concordandolo prima, possiamo provvedere ad esaudire le richieste ed effettuare le prenotazioni sia alberghiere sia di ristorazione.

È prevista anche la possibilità di percorrere gli itinerari a cavallo richiedendo prima il servizio.

Per tutti gli itinerari è compreso il servizio di accompagnatore.

Torrente nel bosco