Menu

ecoturismo - escursionismo - ruralità - eventi culturali

Natura sui monti Nebrodi

La sconfinata bellezza della natura siciliana si sublima sui Nebrodi.

Il complesso dei monti Nebrodi (dove maggiormente si sviluppa l’area) si estende dal livello del mare fino ad alture che superano i 1800 metri, presentando una vegetazione che, dalla tipica macchia, arriva fino a quella montana mediterranea dove predomina la superficie boschiva, intervallata da tratti di formazioni cespugliose arbustive, pascoli seminativi, un’area che risulta tra le più ricche di fauna tra mammiferi, uccelli, che popolano l’area rendendola una delle più interessanti per l’habitat naturalistico.

Tra i rettili e anfibi troviamo il rospo comune, il rospo smeraldino siciliano e la rana verde, la raganella italiana, la testuggine palustre siciliana e quella di Hermann, il ramarro, due specie di geco comune e verrucoso, alcune specie di lucertola come quella campestre e quella di Wagler, seguono il congilo, la luscengola, la natrice dal collare, il colubro liscio, il biacco, il saettone occhi rossi e la vipera aspide.Natura, habitat naturale, nebrodi, animali, fauna

Sono circa 150 gli esemplari di uccelli presenti tra stanziali, migratori e di passa, numerosi rapaci, oltre a varietà di passiformi.

Troviamo il Tuffetto, la Folaga, la Ballerina gialla, il Merlo acquaiolo, ed anche il Martin pescatore in alcune zone umide, mentre nei pascoli non è difficile vedere la Coturnice di Sicilia e l’Upupa con il suo tipico ciuffo eretto, mentre in volo si osserva li Corvo imperiale. Le specie di passa vedono la presenza del Cavaliere d’ltalia e l’Airone cinerino.Airone

Ma lo spettacolo che la natura de Le alte terre di mezzo vi offre non si ferma qui.

La popolazione dei mammiferi comprende esemplari di ghirodonnolaconiglio selvaticomartoralepre appenninicagatto selvaticovolpericcio, esemplari di roditori come il toporagno di Sicilia, l’arvicola del Savi, il topolino delle case, il quercino, il moscardino.

Animali allo stato brado sono riscontrabili con la presenza dei cinghiali e i maiali selvatici, che sono riconducibili a suini o cinghiali bradi con numerosi incroci di suino domestico e con cinghiale classificabili più come bradi che come fauna selvatica, inoltre, sempre allevati allo stato brado, esistono soprattutto bovini, caprini ed equini che pur non facendo parte della fauna selvatica, si integrano nell’ecosistema nebroideo.

Cavalli